"Villa Dolfin Boldù" è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale

Ecco i Libri che i nostri Lettori hanno condiviso in questa maratona di lettura Fatti Leggere! 2016 ...buona lettura a tutti...

Compila la scheda per partecipare

Inviaci la scheda compilata a info@villadolfinboldu.it

FATTI LEGGERE - Maratona di Lettura 2016

FATTI LEGGERE - Maratona di Lettura 2016

Progettiamo insieme alla città di Este giornate dedicate al libro, alla letteratura ed al piacere della lettura per condividere i libri che amiamo e per scoprire nuovi autori.

Il progetto, realizzato in collaborazione con il Comune di Este e la Biblioteca Civica, è destinato a chi ama leggere, a famiglie, studenti, bambini, cittadini, allo scopo di promuovere il piacere ed il gusto della lettura condivisa.

La Maratona di Lettura, offre la possibilità a qualsiasi lettore di condividere con gli altri la passione per il “suo libro”. 

Vi aspettiamo con un vostro libro da leggere il 21 - 22 - 23 Ottobre in Biblioteca

Omaggio a Mary Shelley e il mito di Frankenstein

Omaggio a Mary Shelley e il mito di Frankenstein

In occasione del duecentesimo anniversario della composizione del romanzo “FRANKENSTEIN” di Mary Shelley, ricordiamo il soggiorno estense nel 1818 di Mary e Percy Bysshe Shelley con una manifestazione all’interno di Villa Byron. Un convegno letterario, proiezioni di filmati e letture drammatizzate sulla figura di Mary Shelley. Un’occasione da non perdere per richiamare l’attenzione non solo sulle bellezze di Este, ma anche sulla sua storia affascinante attraverso le figure di questi grandi poeti, che hanno soggiornato proprio in questa nobile dimora.

 

 

Ingresso Gratuitio - Incontro Letterario, Aperitivo e Proiezione Film

L’amor Scortese

L’amor Scortese

Parodia di una fiaba

Nella fiaba classica “l’amore” fa girare il mondo.

Al giorno d’oggi, ci sono tante cose che fanno girare!

Mescoliamo il tutto col principale ingrediente dell’ironia

e riscriviamo il classico.

Com’è facile immedesimarsi in Principi e Principesse:

personaggi eternamente affascinanti che aspirano alla felicita!

Ma il cammino che porta alla felicità

è costellato di imprevisti e difficoltà!

E allora facciamo saltare gli equilibri !

Se il figlio-principe è più maturo del padre-re,

un re bambino mai cresciuto incantato dai giochi?

Se la strega invece di invidiare la bellezza della principessa,

ne invidia l’intelligenza, e si fa poi incantare dalla poesia dell’amore?

Se la noia di un principe scombina “i giochi” e combina l’intreccio?

E se il giullare di corte, dopo aver pronunciato - vanamente –

parole di verità, non spreca più tempo ed energia e pragmaticamente

sceglie la via più sicura?

Ma come in ogni fiaba che si rispetti:

TUTTO FA RIMA CON AMORE

pardon…

CUORE FA RIMA CON AMORE!

7minuti

7minuti

Questo testo di Stefano Massini, pluripremiato drammaturgo italiano rappresentato in tutto il mondo, ci coinvolge con forza sul tema del lavoro, sui diritti del lavoro all’interno di una fabbrica tessile di 200 tra operaie e impiegate.

In questo clima di incertezza per quanto riguarda il lavoro, assistiamo ad un intenso dialogo che coinvolge le operaie elette del consiglio di fabbrica per mantenere il proprio posto di lavoro dopo che la fabbrica ha visto l’ingresso di nuovi soci anche stranieri.

Il testo si basa su un episodio realmente accaduto in una fabbrica tessile francese  dell’Alta Loira nel 2012. Il consiglio di fabbrica è chiamato a votare “sì o no” all’unica - apparente innocua - richiesta della nuova proprietà per salvare posti di lavoro e condizioni attuali.

 

 

Attraverso il linguaggio scarno, sintetico, ma incisivo di Massini, questo testo diventa un documento lucido di un teatro civile, luogo di denuncia sociale e denso di emozioni.

UNO SGUARDO AL FEMMINILE

UNO SGUARDO AL FEMMINILE

La nostra Associazione Culturale sostiene con entusiasmo questa speciale rassegna culturale dedicata alle donne promossa dal Comune di este, assessorato alla Cultura e Assessorato alle Pari Opportunità.

Per questa occasione, accanto alle proposte promosse dal Comune, abbiamo presentato incontri speciali con l’intento di coinvolgere altre associazioni presenti e attive nel nostro territorio.

Il primo appuntamento è un’esposizione fotografica realizzata da quattro fotografe venete professioniste in collaborazione con la scuola di fotografia di Padova.

Gli altri appuntamenti spaziano dalla Letteratura, con incontri dedicati a figure femminili storiche; al Cinema che celebra interessanti figure di donne; alla novità degli incontri dedicati a donne straordinarie, importanti nella storia dell’arte, e per concludere con il teatro composto da un cast esclusivamente femminile.

GRAZIE A TUTTE LE DONNE …E AGLI UOMINI CHE CI SOSTENGONO

Mercoledì 25 novembre alle ore 21.00

Teatro dei Filodrammatici di Este

 

SPETTACOLO TEATRALE

"Il Primo Uomo"

 
Tratto da “L’Homme Semence” di Violette Ailhaud
L’occasione di aver trovato questo testo bellissimo ed unico perché racconta una storia vera accaduta in Francia nel 1852, ci ha portato a realizzare uno spettacolo teatrale che coinvolge un gruppo di donne di diverse età e provenienze teatrali.
Questo testo, composto magistralmente da una sconosciuta Violette Ailhaud, è stato pubblicato in Francia solo nel 2006 con notevole successo, e tradotto in Italia nel 2014.
Con la fine della Prima Guerra Mondiale, ormai ottantenne, Violette Ailhaud decide di raccontare una vicenda incredibile che ha vissuto in prima persona nel suo piccolo villaggio dell’Alta Provenza. Nel 1852, quando Violette ha solo 17 anni, gli uomini del suo villaggio, dichiaratamente repubblicani e quindi ostili a Luigi Napoleone Bonaparte, vengono arrestati o deportati e chi cerca di fuggire (tra questi proprio il promesso sposo di Violette) viene passato per le armi. Per due anni nel villaggio, condotto da sole donne, non si vedono uomini: ne ladri, ne autorità e nemmeno preti. Ormai sfinite dalla fatica e dalla mancanza di amore, le donne stipulano tra loro un patto.
Nel testamento di Violette, morta nel 1925, c’era anche una busta destinata ad essere aperta non prima del 1952, esattamente cent’anni dopo la vicenda accaduta. Le disposizioni di Violette indicavano che il manoscritto dovesse essere affidato alla maggiore dei discendenti esclusivamente donna, in un’età compresa tra i 15 anni ed i 30 anni. E così Yvelyne, ventiquattro anni, fu la prima a leggere questo testo.
 
La verità e la profondità di questa storia antica ci fa riflettere e riesce a parlarci ancor oggi di un rapporto uomo – donna di una tale intensità e forza vitale che è un vero inno alla vita.

RINGRAZIAMENTI

RINGRAZIAMENTI

Teatro Associazione Culturale Villa Dolfin Boldù Este

Siamo un riferimento artistico/culturale per l’Amministrazione Comunale, la Biblioteca Civica e per i Cittadini che vogliono avvicinarsi o sviluppare tematiche artistiche e culturali.

 

Contattaci subito

Le nostre attività

  •  Allestimento di Spettacoli Teatrali
  •  Laboratori Teatrali
  •  Ideazione di Eventi Culturali
  •  Gestione di Eventi Culturali
  •  Maratona di Lettura
  •  Incontri letterari

 

Video e Foto

Stai cercando Teatro, Spettacoli, Lettura? Questo è il sito giusto per te.